martedì 12 gennaio 2010

LETTERA PER UN AMICO

La Tristezza Pictures, Images and Photos Lo so che sarebbe più facile prendere il telefono e chiamarti, ma so anche che per telefono non riuscirei a dirti parole lievi.
Scriverti mi è più facile, le parole fluiscono dal cuore senza ostacoli e mi sento sicura di questa tastiera a barricata sul vivere di questi giorni idioti.
Ti ho immaginato chiuso in quella stanza che sembra un utero, calda e piena delle cose che più ami, sdraiato e avvolto di musica ma che stranamente non ti arriva al cuore.
Gli occhi vuoti e inchiodati al soffitto a cercare vibrazioni create dalla tua energia per avere ancora voglia di "sentire".
Devo dirti che conoscerti è stato bellissimo, ma questo lo sapevo, sai?
Quando ho proposto a Dario di venire da te ero sicura che sarebbe stato andare a "casa".
Vederti e abbracciarti, incontrare i tuoi occhi e capire che siamo uguali è stata un'emozione forte, e lo stesso è stato per Dario, l'energia che emani è luce e ci ha fatto bene.
Vorrei dirti che sono periodi negativi che poi passano, ma ora non ne sono capace, tu sai il perchè, però sono sicura che ne usciremo e alla grande.
Abbiamo troppe cose che ci fanno bene e persone che ci amano, che ci conoscono e che sanno abbracciarci e anche piangere con noi e per noi.
Certo, ora è la tristezza che regna, ma averne la consapevolezza è un passo avanti,  magari domani riuscirò a chiamarti, cercherò di essere positiva, oggi non lo sono stata.
Oggi ho lasciato che gli argini crollassero e non ne sono orgogliosa, Dario ha dovuto raccogliere i cocci ma ora sto meglio, forse lasciarsi andare fa bene, ci fa conoscere i nostri limiti e ci fa capire quanto siamo si, fragili, ma anche quante possibilità abbiamo nel rialzarci perchè c'è chi ci ama e crede in noi.
Un abbraccio di cuore e grazie.

 

37 commenti:

  1. comunicare è AMORE .... AMORE è vita....

    tu sai COMUNICARE..... TU SEI OLTRE....!!!!!
    un abbraccio ... gigi

    RispondiElimina
  2. Il mio abbraccio per te, dolce Cesy...
    Struggente la tua lettera...
    Graziella

    RispondiElimina
  3. Un abbraccio anche a te...per fortuna, con il tempo, ogni dolore si affievolisce, almeno un poco...

    RispondiElimina
  4. ...commovente...credo di capire...
    ...ti faccio dono in lettura di un testo che prima o poi posterò nel mio blog...
    che contiene tante mie emozioni...

    DIMENSIONE OLTRE
     
     
    ...dimensioni oltre lo spazio ed i confini di noi stessi...viverle e sentirle se collocati accanto a respiri di problemi esistenziali profondi, pesanti, sofferenti,affrontati con dignità...Ti guardavo,in oncologia, giovane donna consunta e consumata in volto,mentre ti aggiravi lentamente nei pressi della saletta di attesa...Il capo coperto da un berrettino vivacemente colorato...occhi profondi come la vita cui stavi pensando...e tu guardavi me...non un sorriso, ma neppure una traccia di sconforto, di disperazione, di desolazione...io, in lettura del giornale che sorprendevo i tuoi occhi su di me ogni qualvolta ti guardavo...poi ho realizzato i tuoi pensieri...tu cercavi di non pensare, con i tuoi occhi tristi, all'affannata rincorsa della vita...  

    baronerosso1

    RispondiElimina
  5. ...la vita ci regala tante ferite...
    ma ci fa anche doni inaspettati come la carezza di un'amicizia profonda dove anche un silenzio viene perecepito e compreso..

    RispondiElimina
  6. Beato chi riceve questa lettera bellissima

    RispondiElimina
  7. Amori così arrivano...sempre...producono energie forti che raggiungono l'altro ovunque sia. Accogliere il dolore come stai facendo tu credo sia la strada migliore, come tentare di rilassare il corpo nelle doglie del parto. Non nasconderlo, non negarlo, fa parte di te. Arriveranno giorni più semplici e sarà bello riabbracciare chi amiamo con forza rinnovata. Intanto fra chi ti accompagna con un pensiero ci sono anche io.
    Un abbraccio.
    Ale

    RispondiElimina
  8. Bellissima lettera, è vero con una lettera ci si apre di più e si dicono cose che al telefono non si sarebbero  dette mai.
    Ciao

    RispondiElimina
  9. Per me è più semplice scriverle le cose, le emozioni, e sensazioni, che dirle a voce, mi sento sempre imbarazzata, anche al telefono, non riesco a parlare di certe cose

    RispondiElimina
  10. semplicemente deliziosa.
    bacino

    RispondiElimina
  11. Bellissime le tue parole, si respira anche un'aria positiva, di apertura... brava, è quella la strada da seguire.
    Forza, hai accanto qualcuno che ti vuole bene davvero: è molto più di quanto non abbiano in tanti.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Qualsiasi "cosa" sia...hai fatto emergere, con le parole, un sentimento grande. Te lo scrivo in punta di piedi.....

    RispondiElimina
  13. E' una cosa tua, intima e particolare. L'ho letta con attenzione senza pormi domande che invaderebbero la tua intimità.
    Che scrivi bene lo sai vero?
    Un abbraccio
    Bessola-Gianluisa

    RispondiElimina
  14. Hanno già detto molto gli altri, nei loro commenti....bella, deliziosa, sincera....Aggiungo solo "vera", come solo tu sai essere quando scrivi delle tue emozioni.Buona giornata Cesy.

    RispondiElimina
  15. Lettera bellissima!
    Un bacio Cesy :-)

    RispondiElimina
  16. Un bellissimo attestato di amicizia.
    A volte è davvero più facile scrivere che parlare. Quello che hai scritto te l'ha dettato il cuore.

    RispondiElimina
  17. Una lettera stupenda!
    Maddalena???
    Che bellissimo nome * :-( :-)
     

    RispondiElimina
  18. Ma le favole che racconti a te stessa e gli altri per non voler ammettere la realtà, non sono sogni.
    E, comunque, è un ugual non vivere in fondo.

    Bella lettera; forse sono parole che a voce non riusciresti a dire, ma allora perchè non scrivergliele? Su un foglio di carta dove possa leggerle, e non tenendole confinate in un blog che possono leggere tutti, meo forse lui...

    _L*_

    RispondiElimina
  19. Sono d'accordo con te. Sì.
    A presto =)

    _L*_

    RispondiElimina
  20. Entro piano in questo notturno costellato di dolore dove solo qualche stella traccia di lacrima porta una testimonianza di luce.
    Una luce interiore che non spezza l'oscurita' non potenza abbagliante, ma la mitiga con un garbo gentile.
    E' uno scrivere delicato anche se toccante.
    Mi duole solo che in mezzo a tale intensita' vengano deposte icone di grafica infantile e di nessuna consistenza, saluti e baci dove ci vorrebbero silenziose carezze e rispettosa osservanza.
    Sembra che chi qui legge non colleghi il contenuto ad un cuore che soffre o ad un'anima in cerca di pace o sollievo.
    peccato davvero
    perche' cio' che qui si trova, fa bene a tutti.

    ad Maiora

    RispondiElimina
  21. frase del giorno:gli amici sono come le stelle, non sempre si vedono, ma ci sono sempre.

    RispondiElimina
  22. Le Stelle possono essere molto di più che semplici amiche.

    Ciao Sister: mi associo a Ciceromaximus, da te meglio silente prossimità che invadente commentari.

    Basta ed avanza il tuo sentire per riflettere e porgerti il cuore.

    Vorrei ricevere io una lettera così

    ciao Sister

    GB

    RispondiElimina
  23. Prendi il telefono!
    E' la giusta... "stagione"!
    Cordialità

    RispondiElimina
  24. Ma un post o un commento non è la stessa cosa di una conversazione al telefono.... dai amica, prendi il telefono....
    buona domenica (o di quello che rimane)

    RispondiElimina
  25. ...rileggo, nuovamente fortemente emotivamente coinvolto.

    RispondiElimina
  26. Ho sempre sostenuto che scrivere una lettera è diverso che telefonare. La telefonata non sempre arriva nel momento opportuno mentre una lettera arriva silensiosa su un tavolo e si deposita con disccrezione. Si apre appena se ne ha il tempo e la si legge con attenzione. In una lettera si può esprimere un pensiero compiuto senza essere interrotti concludendo il nostro discorso. Certo nulla vieta che una telefonata possa aggiungere il calore della voce e sollecitare una risposta immediata che altrimenti, con una lettera, può non arrivare propensi come siamo al rimandare sempre tutto a... DOMANI  Un abbraccio   Maria

    RispondiElimina
  27. Nel mio cuore sempre Cesy..un bacio..
    Anna..

    RispondiElimina
  28. Spero che tu stia bene!Ti vedo qualche volta la mattina presto che sei collegata, ma non dico nulla per non disturbare.Sei nei miei pensieri.Un abbraccio.

    RispondiElimina
  29. Sto leggendo i tuoi racconti e sono tutti molto belli, ma in questa lettera e in molti altri post c'è di più: c'è quel vissuto che rende tutto così palpabile che le parole si trasformano in emozione.
    Continuo a leggere...
    Grazie.

    RispondiElimina
  30. alzarsi sempre e comunque
    e la tua consapevolezza è un gran passo avanti

    un saluto a te

    RispondiElimina