martedì 16 marzo 2010

COME UN'APE ....

Fantasy Woman Pictures, Images and Photos Se dovessi dire a quale animale assomiglio direi senza esitare a un'ape.
Sono un'ape, mi sento un'ape.
Sono quella che guarda e annusa, mi avvicino piano e ascolto le vibrazioni che emanano le persone.
Chiudo gli occhi e lascio che la mia aura spazi in cerchi senza freni, cerco il nettare più buono, quello che mi fa vivere.
Come una ladra succhio il miele della vita in ogni suo essere.
Sono quella che vaga alla ricerca del sapere e del vivere piano.
Volo da persona a persona e prendo quello che mi offrono, la loro allegria diventa la mia, il loro dolore lo metto sulle spalle e li aiuto nel difficile cammino.
Li aiuto sapendo che il torna conto sarà alto, una consapevolezza del vivere giorno per giorno come meta da raggiungere assieme alla gioia di avere vissuto.
Come un'ape cerco il sole ma amo la notte più buia e fredda, perchè nel gelo vivono i ricordi più lunghi e antichi.
Come un'ape mi ubriaco di serenità e di certezze, salvo poi buttarle al primo dubbio che mi strazia il cuore.
Come un'ape cerco rifugio in arnie non mie, credi fatti su misura e per i quali non ho mai pregato.
Da sempre inginocchiata all'altare del chiedere, del dubbio e del sapere, snobbata da sempre dalla verità, come un'ape cerco furibonda di fare male.
Restia a pungere sapendo che ne morirei, ma sempre pronta a partire in guerra.
Come un'ape succhio il disagio di essere così, sbagliata e ingombrante nella mia sola e sempre mille vite.....

35 commenti:

  1. utente anonimo16 marzo 2010 12:18


    vorrei essere tuo complice.... farti da palo
    essere derubati da un ladro par tuo
    può solo arricchire .... 
    se  dovessi dire sono animale ..... credo...notturno  ... una falena
    che gira attorno al lampione ...  sole artificiale ...
    con la profondità a portata di mano .... sicuro ne vale la pena

    ciao CESY come sempre ronzante in questa vita...





    RispondiElimina
  2. utente anonimo16 marzo 2010 12:21

    scusa non mi sono palesato

    entronauta.....

    RispondiElimina
  3. Cesy è bellissima, mi ha proprio emozionato! Sei sempre dolcissima.

    RispondiElimina
  4. Grazie per essere passata.
    Carino il post, mi piace. Senza contare, perdona il luogo comune, che le api si incazzano, e ci vuole!

    RispondiElimina
  5. Ape, dunque_
    Insetto che prende ma che poi dona, sà donare.
    E casa c'è di meglio dell'offrirsi?
    Ti seguirò (epistolarmente!!).

    RispondiElimina
  6. Questa è poesia, una lirica riflessiva ed elegante. Come un'ape divieni dono per noi e per chi ti ama.
    Un caro abbraccio
    annamaria

    RispondiElimina

  7. Ho sempre odiato le api, ma con questo tuo post riesco a vederle da un altro punto di vista. Bello.
    Priscila

    RispondiElimina
  8. Bellissima espressione!
    Approposito: Grazie della visita e del commento sul mio blog.

    Telepatia?
    Ti ho appena lasciato qualcosa su YT.
    Un abbraccione stretto legato alla buonanotte con bacione!

    RispondiElimina
  9. sai che le api si lasciano anche accarezzare?

    RispondiElimina
  10. A me le api piacciono molto...a volte capita che ne trovi qualcuna sul poggiolo, d'inverno, intirizzita: allora le salvo offrendo loro un po' di miele su di uno stuzzicadenti. si riprendono e volano via sane e salve.
    A presto.

    RispondiElimina

  11. gbello, mai avrei pensato di paragonarmi ad un'ape.

    RispondiElimina
  12. Particolare paragonarsi ad un'ape

    RispondiElimina

  13. dunque sei mia cugina..

    :)

    bzzzz*

    RispondiElimina
  14. Un  ape, bello ma basta che non pungi. Bello quello che hai scritto, sei molto brava.
     Saluti affettuosi

    RispondiElimina
  15. Le api sono fortemente sociali, rigidamente collocate nel loro fare per la comunità dell'alveare o comunque del regno della Regina.
    Tu ti descrivi invece ape sciolta, anomala, ribelle.
    Le api producono ciò che di più dolce esiste, nettare sia di bontà che di nutrimento (nutriemento che in pratica si producono da sole...)
    Tu dici di volare piano e di soffermarti per godere di ciò che ognuno ti può dare.
    Le api è vero che come te non riposano mai.
    Eppure non ti ci vedo del tutto come ape sai ?
    Non credo le api abbiano un senso etico ed estetico, mentre tu ne sei espressione continua.

    O sei tu l'ape regina che però ha scelto di non aver sudditi ma di essere suddito tu di tutti.....

    O tu sei un'altra creatura...

    Alata sempre, ma non ape.

    Tu non lo prendi il nettare, ma lo lasci ovunque ti posi.

    Tu non ti impollini, semmai ti impallini con le rogne di tutti.

    Tu non pungi, ma sei ricettacolo degli strali del mondo.

    io non ti vedo Ape.

    Ci penserò

    E se mi prometti di non scagliarmi il pungiglione, te lo dirò

    notte

    RispondiElimina

  16. Ape...dispensatrice di dolore e di dolcezza assoluta.
    Bel post, soprattutto ti descrive bene.Un sorriso per una Domenica di sole.

    RispondiElimina
  17. Buona giornata sister e buon uicchend

    RispondiElimina
  18. WOW !.....scrivi con l'anima!Mille applausi!

    "Volo da persona a persona e prendo quello che mi offrono, la loro allegria diventa la mia, il loro dolore lo metto sulle spalle e li aiuto nel difficile cammino.
    Li aiuto sapendo che il torna conto sarà alto"  

    Mille applausi!

    Nadia-
    da Fuerteventura

    RispondiElimina
  19. Non ho mai sentito nessuno paragonarsi ad un'ape. Bello è poetico lo scritto, mi è piaciuto molto.
    Sai che ognuno di noi ha un suo animale totemico, che gli assomiglia e che fuoriesce nei momenti di massima tensione, aiutandoti a superarli. Tu impianti un pungilione allora!
    Ho ripensato al cartone L'ape maja, quell'ape buona e gentile che svolazza nella prateria, sempre a rischio di quegli insettoni brutti e pericolosi, lei buona e gentile.

    RispondiElimina

  20. Mah, rischio di essere scontato... (o frainteso), ma non che me ne freghi granché: anche tu sei interessante, anche tu sei una donna. Comincia ad essere troppo anche per una casualità.
    E grazie per aver visitato il mio blog.
    Saluti, Ian Dalak.

    RispondiElimina
  21. Buon mercoledì sister, un sorriso grande

    RispondiElimina
  22. Cara Cesy, non sei venuta, ma fa lo stesso... ti ho sentita ugualmente vicina a me, col pensiero.
    Un saluto affettuoso carissima e al prossimo passaggio dal tuo blog... :-)

    RispondiElimina

  23. Ciao sorellina...un ape?
    vabbè qualunque cosa tu pensi di essere sii sempre te stessa....perchè credimi, sei una bella persona.....

    RispondiElimina
  24. Ciao apetta... buon fine settimana

    RispondiElimina
  25. Industriosa come tutte le api, buona vacanza in Toscana, ti auguro tantissimo sole e bel tempo, un salutissimoCarla

    RispondiElimina
  26. ...io le api le associo al miele...
    Dolce fine settimana!
    Graziella

    RispondiElimina
  27. E' vero. Per alcuni minuti sei stata con noi ed è stato molto bello:-)

    RispondiElimina
  28. Sono una piccola ape furibonda. (Alda Merini)

    Buona domenica cara Cesy, ti lascio un abbraccio e un sorriso.

    RispondiElimina
  29. ..." finalmente potevo piangerti senza più sperare"...
    ...andare o restare, a quel punto era un soffrire per chi ama e per chi dovrebbe restre...
    ...che fatica è vivere...quanto peso costa pensare e affrontare...
    ...si vuole spesso quel che non si vorrebbe mai...

    RispondiElimina