martedì 2 novembre 2010

PENSIERI .......

 nostalgia Pictures, Images and PhotosC'è calma oggi, le giornate già sul binario dell'inverno, il riscaldamento acceso e la pioggia che da 3 giorni batte contro i vetri.
Vetri che piangono, lunghe scie di dolore che invadono i davanzali e che piano piano filtrano dentro casa, inutilmente tampono con stracci già umidi del passato, nessun argine è abbastanza alto oggi.
La stanza è in penombra, le fiamme delle candele creano sprazzi di luce sui muri bassi, cerco di decifrarne i disegni e così mi perdo.
Mi perdo su strade già percorse, conosco ogni fermata, la dove mi sono riposata più a lungo per il peso troppo grande che portavo.
Conosco ogni croce incisa su pietra  per chi ho dovuto lasciare ai margini ma che cammina sempre dentro me,  capisco che il tempo è niente l'abbiamo creato noi per avere un alibi.
L'alibi del dimenticarci delle cose scomode e del fuggire a dolori devastanti.
Guardo le foto racchiuse nelle cornici argentate,  le vedo vive, i volti cari alla luce delle candele appaiono dolci, mi ritrovo ancora figlia, sorella, cognata, nuora, nipote e amica.
Colgo questo attimo tutto mio, mi avvolgo su me stessa in un girotondo fatto di ricordi e nostalgia.
Anni e giorni passati a vivere intrecciandoli con dolori e gioie, sembrava ieri e è già domani!
L'incredulità del non riconoscermi nello specchio e nel sentirmi sempre una ventenne dentro, credere di avere ancora mille frecce da scoccare verso orizzonti nuovi e ritrovarmi a fissare chi se ne andato proprio ventenne mi riporta a terra.
Dove sono finiti tutti quei sogni?
Mi è bastato vivere così?
Mi basta quello che sono?
Si, con sincerità posso dire di non avere rimpianti, ho vissuto e vivo il mio tempo, scelte fatte sempre con il cuore e pochi ripensamenti.
Solo a volte quella tristezza che ci fa pensare e agire da umani, sempre una domanda a cercare risposte per poter mettersi sempre in discussione, un vivere sereno misto a problemi che non rende noiosa la mia vita ma unica.

39 commenti:

  1. l'acqua/vita scorre sul vetro/tempo, 
    quando mi guardo nello specchio/vetro. scorgo la discrepanza , per un attimo il tempo/illusione  affiora... 
    mi fa sentire più vecchio/vissuto... ma se distolgo lo sguardo dallo specchio/tempo
    sento il mio essere adolescente....  e non è un 'illusione

    Luigi-p
     


    RispondiElimina
  2. oggi un pensiero e una candela per chi non è piu con noi.
    Saluto...Lilla

    RispondiElimina
  3. ...una lacrima condivisa...
    Graziella

    RispondiElimina

  4. domani tornerà il sole :-)

    a presto.


    RispondiElimina
  5. ciao, capisco quello che provi, e ..... oggi più che mai!
    un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  6. Il giorno dei morti per me è anche l'anniversario della perdita più dolorosa.
    La pioggia torna a ricordarmelo, a ricordarcelo e io mi lascio accarezzare da essa e da chi mi ha dato, per vent'anni, vita, vita, vita.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. gigipaso,  quante discrepanze tocco con le dita su quei vertri/tempo,
    illusioni che cadrebbero se solo fossi più umile....
    lo sai che mi manchi?
    sei così vicino ma così lontano, i tuoi commenti non mi bastono, ti vorrei più presente amico- latitante

     mimosa49,  essere consapevole di quello che è stato e di quello che si è rende il vivere ricco,
    grazie

    zingara1,  tante candele.... 

    francesca05 ,  ti ho risposto,
    grazie

    sonofuorimoda,  oggi c'è il sole,
    sorriso

    nonnacarina,  grazie Patrizia,
    un abbraccio a Te e Bimbe

    ninfaEspezzata,  cara Ninfa, come non vorrei essere capita da Te, la cosa mi fa tristezza, perchè se comprendi sai cos'è il dolore e di questo mi rattrista,
    un abbraccio anima bella 

    RispondiElimina
  8. hai il sapore della tristezza
    ed è tanto bello
    perchè è la vita...

    RispondiElimina

  9. l'immagine dei vetri che piangono dolore è bellissima

    RispondiElimina
  10. Mi è sempre  gradito passare da te per riflettere sui tuoi scritti. Vorrei farlo più spesso ma poi mi lascio prendere da mille cose. Ti abbraccio caramente  Maria

    RispondiElimina
  11. Ti avevo lasciato un commento, non so se l'hai visto. Anche per me non è un gran periodo, causa ricordi.
    Ti abbraccio forte, tieni duro.
    Un bacio

    RispondiElimina
  12. come mi hanno trasmesso sogni sentimenti e speranze chi mi ha preceduto ,si li ritrovo nei cuccioli d'uomo che sono germogliati dopo di me ,aiutarli a realizzarne qualcuno e farne nascere altri adesso è il mio scopo ciao.

    RispondiElimina
  13. nel leggerti a volte mi riconcilia con quel qualcosa che sento mi manca,
    è che dura il breve momento del chiudere, per poi venirti a rileggere
    grazie Sister

    RispondiElimina
  14. una pioggia fuori che batte sui vetri.....

    ed all'nterno il calore di candele.....

    il  ritrovarsi ancora figlia, sorella, cognata, nuora, nipote e amica.

    Abbraccio l'unicità della tua vita.....

    Perchè lo sento...

    Tu sei unica, davvero!

    Un abbraccio affettuosissimo e grazie ...

    A.


    RispondiElimina
  15. ciao Cesy, si so cos'è il dolore, conosco la sofferenza ..... ma so anche che pur nel buio totale, si trova la luce, si esce diversi, trasformati. Gli eventi lasciano il segno, sta a noi, cogliere anche quello che hanno da dirci, quello che hanno da darci. Parli di umiltà e Dio solo sa quanto è vero. Prima non vedevo, non capivo, poi Francesco e Luciano, due persone che ho amato tantissimo, mentre la loro vita scivolava via,  me l'hanno urlato e detto con amore, loro sapevano e vedevano...
    io cieca, e sorda, non capivo, ma adesso so e li ringrazio infinitamente...
    ho potuto ridare senso ad una vita assurda e tornare a vedere......
    un abbraccione

    RispondiElimina
  16. Carissima Persona, Amica, Creatura....

    te lo dice uno che è in procinto di voltare vita, per sempre [e non certo perchè dismette un blog, o cose virtuali del genere...] = quello che ci sta dietro, dentro (due parole singolarmente simili, no?!), è sì tutto quello che SIAMO, ma non è tutto quello che ABBIAMO

    qui le parole non sono casuali... avrei potuto dire che ciò che ci sta dietro, dentro, sia tutto quello che abbiamo, ma non è tutto quello che siamo

    ti ho conosciuta solo per poche ore,  presto annebbiate nell'alcool, fra l'altro, ma non faccio fatica, alcuna fatica, Cesy, a immaginarti in questo tuo Momento di raccoglimento dolore e fede allo stesso tempo, no per nulla.... ti sono vicino e ti voglio bene !

    ma il canone unico nel suo splendore, come sta ??!!!! bellissima Kora ! e Dario ? Un albero, penso che Dario sia come un albero ! Amleto ? Uno scoiattolo sull'albero ! E Mara, la vostra figlia vulcanica e veramente Unica ? Salutamela !

    RispondiElimina
  17. Penso che ognuno di noi abbia momenti di tristezza, momenti in cui si fa, in qualche modo, il bilancio della nostra vita...la strada che percorriamo è solo
    nostra, con le sue ombre e i momenti di luce, i rimpianti e le speranze.
    Mi ha fatto sorridere: "l'incredulità del non riconoscermi nello specchio",
    è una sensazione che provo spesso, è come se l'orologio mentale che
    scandisce il nostro tempo si fosse fermato e non coincide più con il tempo reale. Questa consapevolezza lascia un sapore amaro di nostalgia dentro.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  18. complimenti per questi pensieri , veri e profondi

    grazie per il tuo passaggio, bella metafora ...
    un sorriso *_*

    RispondiElimina
  19. ..."sembrava ieri e è già domani" purtroppo la vita è una corsa frenetica, che ci lascia poco tempo a fermarsi e riflettere...
    bel post!!!!!!
    un caro saluto
    Buona Domenica!

    RispondiElimina
  20. Adorabili sono i tuoi pensieri, carichi di sentimento nostalgico, di consapevolezza del tempo che passa. La pioggia crea quel sortilegio che porta alla riflessione. I presupposti ci sono tutti e allora chi, come te, sa farlo con raffinatezza, dà vita alla pagina bianca, animandola di sensazioni. Ne scaturisce un bilancio della propria esistenza che in qualunque modo sia stata vissuta è sempre unica.
    Complimenti cara, è un piacere leggerti!

    bacioni
    annamaria

    RispondiElimina
  21. La cittadella entro le mura, ci accoglie nel silenzio di una muta preghiera.
    Quante persone che non ci sono più riconosco e mi pare che ieri sia quest'oggi...

    RispondiElimina
  22. molto triste questo tuo post...

    RispondiElimina
  23. off topic - ero passata per avere notizie di Kora...

    RispondiElimina
  24. Credo di poter condividere quasi parola per parola ciò che hai scritto. Di sentirlo anche sulla mia pelle. Più passa il tempo più il passato si accumula, più diventa prezioso saper cogliere il senso di ogni nuovo giorno. Non dimentichiamolo neanche nei momenti in cui sentiamo il bisogno autoconsolatorio di cullarci un po', di considerare ciò che è stato e ciò che non è potuto essere. Un carissimo saluto (m.)

    RispondiElimina
  25. Ottima chiusa> [ sempre un piacere leggerti e carpire le tue emozioni...
    Serena settimana
    Ros

    RispondiElimina
  26. ...ti lascio il mio affetto ,il tuo amico Giò.

    RispondiElimina
  27. In questi giorni sono un pò malinconica..Mi sento molto vicina alle tue riflessioni.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Questo è un Blog meraviglioso. Complimenti sinceri.

    RispondiElimina
  29. ... la bellezza resta dentro sempre fiorita...
    Giò dal cuore.

    RispondiElimina
  30. ...risparmio l'elenco delle "cose" che potrei estrarre dal tuo bel scrivere. Ciao

    RispondiElimina
  31. Cesy cara, passo per augurarti una dolce notte con sogni gioiosi, e ti mando un amichevole abbraccio..Bruna..ciaoooooooooooooooo

    RispondiElimina
  32. la vita scorre come un fume che arriva al mare, fra quei rivi di saggezza che assorbono le impurità di un cammino irto di domande, tra quegli appigli di ieri che gridano verità alle attese di un abbraccio.
    La pioggia scivola sui vetri, e tu scivoli fra le pieghe del cuore, sciogliendo pagine d'intimità, profumate come un sorriso fermo alle stagioni della gioventù.
    Leggerti è aprire la finestra, far entrare un raggi d'arte, e guardarlo mentre indora la stanza, fra quelle lacrime di solitudine che rivivono di gioia diventando amore..............

    Sei davvero brava nella narrativa, questa tua pagina mi è entrata nel cuore...

    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  33. Eccomi puntuale per un salutino sister

    RispondiElimina
  34. meraviglioso passaggio da splinder
    e ri.scoprire anime che pensavo perse..
    ed invece nulla è mutato in alcuni
    dei vs giardini fatati

    RispondiElimina
  35. ragnatele di pioggia ai vetri incrostano silenzi e musiche
    grazie

    RispondiElimina