martedì 28 aprile 2009

UNA NASCITA

amore


Il 28 Aprile di tanti, tanti anni fa, cadeva di domenica.

Una domenica importante per il piccolo paese di montagna, una piccola comunità in cui le stagioni di   Madre Terra scandivano il vivere e il morire.

Si festeggiava l’arrivo della primavera con grandi fuochi e balli per le strade.

 Ai bambini era dato il compito di correre per tutto l’abitato, chi trascinando grosse catene che di solito erano appese sui focolari domestici, altri coi campanacci (tolti per l’occasione alle mucche che ancora svernavano nelle stalle), martellavano col loro eco tutta la valle in risposta di altri suoni provenienti dai paesi vicini.

Una festa comune, dove tutti al calar del buio partecipavano con allegria, portando grosse fascine per alimentare i falò e intonare attorno ad essi cori di canzoni di cui ormai si è persa la storia.angeli

Non so se gli abitanti di allora fossero  coscienti di festeggiare Beltane, chiamata anche la notte di Valpurga, ma certamente sapevano che quella era la notte delle streghe!!!

Ma torniamo a “quella” domenica, il paese si stava preparando per la sera, tutto procedeva serenamente, nella piazza principale, dove sarebbe avvenuta la festa il fermento cresceva di ora in ora.

Su questa piazza si affacciava una casa, dentro una ragazza impaurita e incinta di 7 mesi.

Non capisce molto di che cosa le sta succedendo, sa solo che è troppo presto per la nascita del bambino; si chiama in fretta l’ostetrica della zona, (anche se si sa che ci vorranno ore prima che arrivi) a rassicurarla ci sono “le Anziane,” ma la paura e il dolore di non farcela è forte.

Il suo compagno non sa che fare, guarda con occhi colmi di tristezza il tutto, si sente in colpa, non può angeliportarla in nessun posto per alleviare la sua sofferenza.

Si sente uno straniero, non è del paese e non ha un lavoro, vivono di quel poco che lui riesce con piccoli lavori a reperire, ma sa che per il bambino è troppo presto per nascere, anche le Anziane di nascosto lo guardano scuotendo la testa.

La realtà si confonde con la fantasia, il travaglio dura a lungo, i rumori della piazza fanno da sfondo a urla di dolore, poi ecco il miracolo della nascita, una bimba.

Una bimba in miniatura, è talmente piccola che tutti  pensano che non sopravvivrà, sarebbe un miracolo!!

Non possono portarla in ospedale, il papà non ha la “mutua”, sarà quel che samorearà, non la vestono nemmeno, (non ci sono vestiti che le vanno bene) le fanno un vestito con la bambagia, anzi l’avvolgono nella bambagia e la mettono nella culla.

Alla mamma viene detto che non può assolutamente toccare la bambina mignon, ci penserà l’ostetrica una volta al giorno, quando passerà alla sera; tutti sono sicuri che la piccola morirà presto.

La madre è abituata alla morte, in paese è di casa, nei bimbi poi…..

Solo che la bimba piange con voce forte, vuole da mangiare, che fare?

La madre ha latte, il seno duole e il prezioso liquido esce da solo.

Non sapendo che fare ma ascoltando il suo cuore  va alla  culla della figlia e con cautela   lascia cadere goccia a goccia il latte nella piccola bocca,  sembra incredibile ma la bimba mangia!

Passano i giorni e  incredibilmente la bimba vive,  la madre non la prende in braccio ma ha tanto di quel latte che alimentarla non è un problema, anche se naturalmente non è facile .

Alla fine l’ostetrica da il suo verdetto, la piccola vivrà.

Ho raccontato questa vicenda perche è la storia della mia nascita, mi piace pensare di essere stata Photobucketaiutata a vivere da una fata o una strega, sento  ancora i loro poteri vegliare su di me, a mia volta “sento” , spiegarvi non posso, ma “so” e tanto basta a me. 


A mia volta ho dato vita a una bimba nata anche lei un mese “prima”, penso che la sua data di nascita dica tutto, Mara è nata la mattina alle ore 6 del 1/11/1991, una streghetta che adoro con tutto il mio cuore!!!!! 

Ultima cosa, io pesavo 1.800grammi con un asciugamano a mo’ di vestito!


Questo è il post scritto l'anno scorso, oggi mi sento pigra,

e ne ho ragione, sono più vecchia di un anno,

oggi è tutto per me,

buona giornata a chi passerà a trovarmi,

Cesy 

55 commenti:

  1. intanto auguri fuerriera ciao.

    RispondiElimina
  2. Augurissimi ...che sia un lieto giorno ed altri a seguire!!!

    RispondiElimina
  3. Wawwwwwwwwwwww che bella storia.

    TANTISSIMI AUGURI


    Anna

    RispondiElimina
  4. Sei forte con il finale, mi hai fatto morire dal ridere.

    Non inventare scuse eheheh.

    Vabbe, per quest'anno sei perdonata ma solo per quest'anno ricordalo....Di nuovo auguri !!!

    RispondiElimina
  5. MI ricordo questo post e come l'anno scorso mi sono commossa....

    Buon compleanno cara :))

    RispondiElimina
  6. Bellissima la storia della tua nascita e la tua voglia di vivere!

    Buon compleanno.

    Un forte abbraccio

    Carmen

    RispondiElimina
  7. Ciao...che sorpresa...e che bella nascita...quattro anni fa ero con il cuore nella bambagia io...nasceva mio figlio...il giorno piu' bello della mia vita...

    RispondiElimina
  8. Che bella storia... auguroni!

    RispondiElimina
  9. La storia della tua nascita è stupenda cara, è sempre un piacere leggerti!!

    Un caro saluto, e TANTI AUGURI!!!

    RispondiElimina
  10. "Chiamare la guerra il concime del coraggio e della virtù è come chiamare la corruzione il concime dell'amore."

    (H. Arendt)

    un pensiero per il martedi e un abbraccio forte

    Lilla

    RispondiElimina
  11. Molto bella la storia della tua nascita, storia di altri tempi.

    Ciao

    RispondiElimina
  12. sarà anche datato il post, ma è sempre bellissimo....buona giornata Cesy

    RispondiElimina
  13. Che storia meravigliosa....che magnifica VITA!

    Sei bellissima...mi hai emozionato...e lo fai spesso....

    Tanto affetto dolce cesy....tanti auguri dolce donna....tanti, tanti!

    RispondiElimina
  14. auguri di cuore! la notte delle streghe però cade a 30.4!

    RispondiElimina
  15. Ma allora auguroni di tutto cuore, anima salvata alle fate! E vedrai, che la magia arriverà anche oggi a scuoter via la pigrizia e a portare.... IL SOLE!!!

    Un abbraccio o una tiratina d'orecchie? Scegli tu.

    Baci.

    Giusy

    RispondiElimina
  16. mi è sembrato quasi di esserci... auguri!

    RispondiElimina
  17. Tantissimi Auguri.


    Mentre leggevo pensavo si trattasse della tua Mamma. Forse, anzi certamente, perchè pare la copia della nascita della mia di Mamma. Nacque a Carrara il 29 Novembre 1913, settimina anche lei, pesava 50 grammi meno dite. Anche lei fasciata nella bambagia e coricata con la bottiglia di rame piena di acqua calda. Anche per lei una previsione incerta. Le misero nome Andreina. Il buffo sai qual'è? Mia nonna restò spiazzata, quella nascita prematura la blocco dal riprendere il suo umile lavoro; per i due figli precedenti aveva potuto contare su una "balia" scambievole. Una sua amica per partotiva sempre comtemporaneamente, così allattavano i piccoli vicendevolmente. L'altra bambina nacque regolarmente in Febbraio del 1914 la chiamarono Doria. Commovente l'aspetto umano e sociale, l'amicizia in primis, la solidarietà di chi è povero....

    Ancora AUGURI!

    RispondiElimina
  18. La dolcezza che traspare dai tuoi scriti,probabilmente,ti deriva da quella mamma che non ha voluto arrendersi ad un destino piuttosto comune a quei tempi!Il tanto amore per te,tu lo trasmetti a noi scrivendo.E' sempre un grande piacere venire in casa tua:mi rimette in pace con il mondo!Tanti cari Auguri,Cesy,di vero cuore.

    RispondiElimina
  19. Auiguri di cuore. La storia della tua nascita mi ha commosso, anche perchè mia figlia è nata di sei mesi (800 gr) ed oggi è una ragazzona con due splendidi figli.

    Certo quello che descrivi ... fa pensare ad altri tempi!

    Un caro saluto

    franco

    RispondiElimina
  20. tantissimi aguri cara Cesy

    e complimenti per come scrivi, se si inizia a leggerti non si può smettere fino alla fine della storia e poi vien da dire "ancora una... "

    forse perchè racconti storie semplici e vere


    p.s. la mia bimba invece è nata con 18 giorni di ritardo, 3850 grammi di peso e 56 centimetri di lunghezza.... praticamente un vitellino !


    ancora tanti auguri e un abbraccio di cuore


    stefania

    RispondiElimina
  21. AUGURISSIMI!

    bello il racconto della tua nascita,

    e la piccola "streghetta" tua, Mara,

    chi ha una madre adorabile

    :-)

    un grande abbraccio e

    felice 28 aprile !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Sono passata x caso e ho letto di questa meravigliosa "nascita"sai penso che tu sia una persona speciale sicuramente come la tua nascita.........tantissimi auguri.Pinkfata

    RispondiElimina
  23. Buodì sister spero Tu abbia festeggiato a dovere :-)

    RispondiElimina
  24. ...Amica...tu sei speciale...mai sei banale e mai scrivi luoghi comuni...Tu racconti e sai raccontare la vita, esperienze vissute ed esperienze sapute...

    Sai donarci importanti pezzi di assoluta realtà... Grazie...

    RispondiElimina
  25. Si, sei proprio SPECIALE!!...

    Io le vedo sai, le stelle intorno a te che brillano e ti fanno da diadema!!...

    Secondo me però era una fata/angelo...

    Un caro abbraccio!! E grazie per la bella emozione che mi regali nel leggerti!

    RispondiElimina
  26. è tornato il sole...sperem....buona giornata

    RispondiElimina
  27. Il latte materno è la miglior medicina...Bellissima storia...Felice serata;-))

    RispondiElimina
  28. ...TANTI AUGURONI allora!!!! Buon compleanno!!!! Sembrava una favola x come l'hai raccontata!!! ciao by Mary

    RispondiElimina
  29. Grazie cara Cesy, è una storia bellissima e romantica. Benedetto il latte e l'intuizione di tua madre. Anche se sono in ritardo. ti auguro BUON-COMPLEANNO!! Auguri di tanto bene! Pensa, cara Cesy che se mio padre fosse ancora vivo, ieri avrebbe compiuto 100 anni, purtroppo non c'è più da 39 anni!!

    Ti mando un abbraccio e ti rinnovo tanti Auguri!.... ciaooooooooooooooo Bruna

    RispondiElimina
  30. Passato l'attacco di pigrizia?

    E' d'ordinanza, con i compleanni, ma poi se ne va, e ci lascia più attive che mai!

    Io lo so. Ci sono passata da un paio di settimane.

    Ciau ne'!

    RispondiElimina
  31. Buon primo maggio, buon uicchend insomma buon tutto :-)

    RispondiElimina
  32. Ho le lacrime agli occhi. Davvero!

    Un bacione e un caffè :-)

    RispondiElimina
  33. Hai descritto la Magia della Vita, complimenti!!!

    RispondiElimina
  34. Non importa se fata oppure strega ...è importante che tu ce l'hai

    fatta...e sei qui.

    Buon compleanno dolcissima amica...

    Ti abbraccio

    Biby

    RispondiElimina
  35. bel post, davvero toccante e sopratutto vero...


    un bacio stellina

    RispondiElimina
  36. ahahahha!!! scusa avevo letto in fretta. E' bellissima la storia della tua nascita. Con la forza di volontò che avevi fin dall'ora sei riuscita a vivere. Proprio bella. Un bacio, Silvana

    RispondiElimina
  37. Buon Compleanno!!!!! anche se in ritardo:-P ogni tanto siamo tutti un po' pigri:-)!!!!! buon weekend e buon 1 maggio!

    RispondiElimina
  38. Un passaggio al volo per augurarti un buon primo maggio e un buon weekend luuuuuuuungoooooo!

    Ciao ciao.

    RispondiElimina
  39. Cesy ma adesso il latte hai smesso di berlo, potresti anche affacciarti sul blog....

    (ci manchi un pochetto)!!!

    agape

    RispondiElimina
  40. Troppo tardi?

    AUGURISSSISSSIMI

    un abbraccio e un buon fine settimana dolce amica

    RispondiElimina
  41. 1800 gr. è un peso accettabilissimo, pensa a quelli che sopravvivono ora di 450 gr.!

    Mia madre nacque di 7 mesi nel 1913, data per morta: ha vissuto 84 anni e dotata di un'intelligenza notevolissima... Redcats

    RispondiElimina
  42. Emozionante la storia della tua nascita, Cesy.

    Mi hanno sempre affascinato le streghe (molto meno le fate). Non sono nemmeno tanto brutte :-)

    Buon fine settimana Cesy cara.

    RispondiElimina
  43. un caro saluto e buon fine

    settimana

    Lilla

    RispondiElimina
  44. Un'altra piccola parte di te che ora è anche nostra:di tutti quelli che ti seguono e ti vogliono bene. Un bacione Sisterina*

    RispondiElimina
  45. Alla piccola strega sopravvissuta un buon sabato sera e una dolce notte.

    A presto.

    RispondiElimina
  46. Ti lascio il mio abbraccio con l'augurio di una gioiosa domenica.. ciaoooooooooooooooooooooo..

    Bruna

    RispondiElimina
  47. Quella voce bella e forte, come una promessa o una richiesta di vita...


    C'è il sole oggi: è cosa buona.


    Un saluto sorridente

    z.

    RispondiElimina
  48. In ritardo - ma sono giustificata vero? - ti auguro un anno felice

    RispondiElimina
  49. Questa storia mi ha fatto tanto emozionare in quanto dimostra con quanta forza e quanta tenacia ti sei afferrata alla vita per poter fare solo cose tante cose belle!

    Cara streghetta!

    RispondiElimina