giovedì 29 aprile 2010

NEL RICORDO ...

Fantasy Woman Pictures, Images and Photos Grande fesbuook, questo pensava Sandra mentre scriveva un nome.
Grande e anonimo, ma non tutti sapevano chiudere le porte e proprio su questo sperava lei.
Sandra che "viaggiava" come clandestina nelle vite altrui, spiava e leggeva tutto quello che le permettevano di fare e di rubare.
Un ricordo gironzolava dentro di lei, un amore?
No, magari un rimpianto di quello che poteva diventare.
Un ragazzo con il quale condivideva sogni e tanti discorsi, il primo capace di stupirla, l'unico, allora, a farla uscire dal suo buco di timidezza e libri.
Uno scambio continuo di lettere, mai d'amore ma di domande, le risposte poi non contavano.
Le risposte erano dentro di loro, l'unica certezza era solo scoprirle, e come tutti i ragazzi credendo che fossero alla prima svolta, alla portata di mano, bisognava solo aspettare il treno giusto.
Quante ore passate a parlare guardandosi negli occhi, si dimenticavano di baciarsi ma grande era l'unione di cuore e mente, tanta era la voglia di dire che pensavano di vivere già nel un futuro, illusi!
Come bambini credevano alle favole, magie del se e del poi, ricordi in riva al lago, zanzare assassine che lasciavano sui loro corpi una strada di bozzi urticanti.
Bozzi che diventavano niente se paragonati alla libertà del domani, dolore da domare  da ingabbiare e da nascondere, oppure da esibire con la richiesta di un tenero bacio.
Sandra clicca sul nome,  una miriade di nomi tutti uguali e foto tutte estranee.
Guarda Sandra, pensa a quel viso, bello e pieno di vita, di promesse e cerca lo stesso sguardo pieno di sogni, ricorda l'ultimo incontro, le lacrime sue chiuse su un libro che parlava di gabbiani infelici.
L'ultimo suo regalo, come dire che non si può tenere prigioniero un gabbiano, ricorda la dedica, struggente come ancora è lui nei suoi ricordi.
Ecco, trovato, bene la bacheca è aperta....
Entra piano, non vuole disturbare nessuno.....
Solo vuole sapere dov'è, cosa ha fatto, che sogni ha realizzato...
La foto la colpisce come un pugno!
Quasi un vecchio, una posa rigida, quasi tenesse dentro la pancia, i capelli sono spariti e quelle rughe parlano da sole.
La bacheca poi pullula di fattorie e giochi scemi, la corsa alla banalità ha colpito ancora, va avanti sperando di trovare almeno una parola di quei sogni fatti assieme.
Pagine su pagine di un grande niente!
Rabbiosamente esce da Fesbook e scaccia con rabbia le lacrime che segnano il suo viso, corre allo specchio e cerca.
Cerca quella ragazzina di 17 anni, risente la sua risata, e cerca di riascoltare tutti quei desideri.
Si guarda allo specchio e rimane colpita, i suoi occhi stanno guardando sempre quella ragazza.
Vede ancora quella ragazza e di una cosa è sicura, non ha mai smesso di credere ai suoi sogni, mai!
Fa niente se è  invecchiata, se ci sono stati giorni brutti e dolori grandi, lei sa che quella ragazza vive e tanto le basta.
Ritorna al computer e lo chiude quasi con dolcezza, capisce che i sogni sono belli proprio perchè il finale siamo noi a farlo, ma la realtà a volte può essere migliore.
Grazie VITA, grazie

34 commenti:

  1. Madò che bel post!!! Commovente (come sempre)...

    RispondiElimina

  2. Meraviglioso post, sister, meraviglioso. Ti ringrazio tanto, te in questo momento sei come la vita.

    RispondiElimina
  3. Sempre piacevole leggerti, un grosso AUGURI Buon Compleanno, un salutissmo Carla

    RispondiElimina

  4. era meglio tenersi il ricordo....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. utente anonimo29 aprile 2010 16:34


    a presto Sister.......
    avremo un sacco di cose da raccontarci....
    sarà .... divertente...
    un abbraccio

    RNXRS

    RispondiElimina
  6. Ciao sister...
    ma che belle cose scrivi! Ne sono affascinata...
    Sono tornata, si.
    Ne sentivo davvero il bisogno...
    A volte si lascia un pò di sè dietro... ma poi in qualche modo si torna sempre, diversi ma sempre noi.
    Un abbraccio e a presto

    Cri :)

    RispondiElimina

  7. E' facile idealizzare le persone che non si vedono da tanti anni, soprattutto quando le si ha lasciate con gli occhi pieni di sogni della giovinezza. Il tempo tiranno rivela verità che non vorremmo conoscere, perchè distruggono in un attimo tutti quei bei castelli in aria. Ma, in fondo, facebook può essere considerato un passatempo...magari quell'uomo lo usa per rilassarsi ogni tanto giocando con le fattorie ma in realtà è migliore di quel che sembra...chissà...e poi, vale sempre la pena di scoprire quel che si cela dietro l'aspetto fisico...mai limitarsi alle apparenze!

    RispondiElimina
  8. Bel post davvero sister...

    un abbraccio, buon uicchend

    RispondiElimina
  9. In questo spazio aleggia una sorta di magìa,sapientemente miscelata con un pizzico di realtà.Il tutto è esplosivo e intrigante!E' banale dire "brava", ma è semplicemente così!
    Un abbraccio e....se la data sul profilo è giusta (visto che non lo sono i 109 anni!!!), anche se in ritardo, ti faccio un mondo di auguri per i tuoi 17 anni, così ben portati.

    RispondiElimina
  10. Ciao Cesy, i miei coetanei usano poco FB, quelli che lo fanno li posso incontrare anche per strada....pertanto nessuna "sorpresa". Il mio primo ragazzo ormai 71enne, vive lontano, ho visto una sua foto, capelli bianchi e rughe a parte, è sempre uguale..

    Devo complimentarmi con Astrogigi, in ciò che scrive ci trovo molto del mio pensare. Ciao

    RispondiElimina
  11. concordo.......grazie a te .
    Felice serata

    RispondiElimina
  12. utente anonimo1 maggio 2010 22:33


    MAH.................. CERTE PERSONE VANNO CONOSCIUTE PRIMA DI GIUDICARLE... CREDETEMI..... TANTA PSICOLOGIA ROVINA LE PERSONE ... A VOLTE SONO MEGLIO DUE OCCHI DAVANTI A TE CHE TI GUARDANO E ASCOLTANO PIUTTOSTO CHE UNA LIBRERIA STRACOLMA DI GRANDI CAZZATE.......................

    RispondiElimina
  13. Ogni volta lasci una nuova emozione....
    Col tempo i ricordi si vestono di una luce speciale, che la realtà spegne, meglio tenersi i ricordi....
    Un abbraccio per te!
    Graziella

    RispondiElimina
  14. Sento molta affinità con questa storia, così ben raccontata e resa nelle sue emozioni. Anch'io ho scritto di incontri che tornano, nella vita, il passato quando esce a respirare aria che non è sua non riconosce nulla, come viaggiare con la macchina del tempo e incontrare una propria madre ancora giovane che non può riconoscerci.
    Grazie per la tua ospitalità, buona domenica
    NM

    RispondiElimina
  15. I sogni devono restare tali, altrimenti si banalizzano o, comunque, diventano realtà. La magia dei sogni e dei ricordi consiste proprio nel loro restare tali, avvolti nella dolcezza, coccolati con tenezza.

    RispondiElimina

  16. Bhè FB è stato creato per questo.. ma le sorprese non finiscono mai... però.. c'è sempre speranza...e poi bisogna accettare l'età che si ha.

    RispondiElimina
  17. I social network, a mio avviso, possono essere un semplice spazio ludico, fatto anche di tante cose colme di nulla. Possono essere vicolo di " ritrovo e di incontro" con conoscenze ed amicizie reali, tante delle quali perse di vista.
    Non può essere il rifugio dell'anima o la ricerca di nuove realtà.:-)

    RispondiElimina

  18. Sister a me FB non piace..... preferisco splinder, meno affollato e un po piu rispettoso della privacy... sper non deluderti...........

    RispondiElimina
  19. mi piace, e tanto, rileggerti...

    RispondiElimina
  20. Molto bello leggerti di cose attuali e vere, sei molto brava.
    Ciao

    RispondiElimina
  21. hai raccontato una grande verità con molta grazia. Bello.

    RispondiElimina
  22. Il mondo virtuale è una sorta di gioco della vita: tutto non è né positivo a prescindere e né negativo a priori... dipende dall'uso che se ne fa. Certamente a 17 anni si vivono solo ed esclusivamente illusioni...
    Bel racconto cara Cesy, vuoi far concorrenza agli scrittori? :-)
    Un saluto carissima...
    Ah, già che sbadato... sono sempre Chopy, ma con il blog nuovo di zecca. Il blog Chopy ha smesso di esistere perché non ha aveva più scopi... Insomma sono Michele Ciardelli. :-)

    RispondiElimina
  23. io la realtà l'adoro... è l'unico posto dove posso trovare una pizza e una buona birra!!!

    buon tutto!

    RispondiElimina
  24. Fb.... non mi piace, e questo racconto è una conferma alle mie idee.
    Bello e vero.
    Grazie!!!

    RispondiElimina
  25. Un sorriso sister, Ti auguro un buon fine settimana

    RispondiElimina
  26. ...che poi uno cammina nel tempo e cambia nel tempo...
    bello poter vivere i ricordi così... anche in maniera fiera...

    RispondiElimina
  27. Ho riletto volentieri la storia della diciassettenne... Devo dire che internet è un mondo che regala molto, ma sa togliere molto se una persona non sa usarlo nel modo giusto! Quanti amori nascono per il desiderio d'amore, che poi s'infrangono nel duro scoglio della realtà. Questo accade principalmente alle persone che hanno poca stima di se stesse e cercano in qualcosa di immaginario, quello che non ottengono in realtà: autostima.

    RispondiElimina
  28. Ciao e buon fine settimana, un abbraccio Carla

    RispondiElimina