domenica 18 maggio 2008

.... un'altra storia ...

Questa è una storia che mi fa male.

 La vita di una gatta unica, speciale , la storia della mia Sissi.

La racconterò a puntate, inizierò da così lontano che quando arriverò a lei, vi sembrerà di vederla e conoscerla attraverso l’amore che ho per lei …..

Come una fiaba iniziò ….

Tanti anni fa in una casa normale, abitata da una famiglia comune, vivevano in armonia gli umani, una gracula religiosa, chiamata Merlino e una gatta siamese dal buffo nome, Scimmia.


Perché avesse quel nome bastava conoscerla, buffa era la prima parola che saltava in mente, buffa e strana.

 Non pensate che lei fosse una gatta “normale” nemmeno per sogno!

Era una gatta possessiva, amava me e mio marito, ma mio figlio, nato dopo di lei no, proprio non lo sopportava!

La convivenza andava avanti tra graffi e pianti, con  gatta e  figlio separati a viva forza,

il problema era che a vincere era sempre Scimmia!

Poi la svolta, nel 1991 nasce Mara, già preparati al peggio, cerchiamo soluzioni ancora prima del fatidico “primo incontro”.

Scimmia diventa una “sorvegliata speciale”, non può avvicinarsi a Mara,

il lettone ormai è tabù, le coccole sono miste a urli terrorizzati al suo sempre cercare di “capire” chi è quell’esserino urlante che mi porta via tanto tempo!

Una mattina la troviamo pacifica che dorme nella cesta con la bimba, eludendo i nostri sforzi ormai ridotti alla disperazione lei, la carognetta,  era riuscita nel suo intento!

Amore a prima vista, mai visto una gatta così innamorata di un cucciolo d’uomo.

La prima amica di mia figlia è stata una gatta, come pure il primo gioco, ho dei ricordi bellissimi riguardo a quelle due.

Mara che “vestiva” Scimmia con i suoi indumenti, poi la metteva nella carrozzella delle bambole e la portava a spasso per tutta la via, uno spasso!

Vivevano in simbiosi, Mara che cresceva e Scimmia che invecchiava.

 Poi la natura fa il suo corso, a 15 anni un gatto è vecchio anche se per chi lo ama non vorrebbe mai perderlo.

 Ricordo l’ultima sera, è venuta a “salutarmi” sul lettone, le ho fatto le coccole, ricordo stavo leggendo, dopo un po’ Dario mi chiama con una voce stupita, incredula,  dicendomi che Scimmia era morta.

Era acciambellata nella sua cesta, una cesta rotonda, azzurra con dei disegni raffiguranti dei gatti, sembrava dormisse ….

La mattina dopo, non c’è stato nemmeno bisogno di dirlo ai figli, lo “sapevano” già.

Non mi sono mai chiesta il perché lo sapevano, forse il dolore è contagioso.

Abbiamo pianto,  tutti, era venuta a mancare una di noi, anche la neve che quel giorno scendeva non portava gioia, era solo dolore e vuoto.

Solo una decisione vedendo i figli soffrire così tanto e non poter fare nulla, anche noi eravamo un grumo di dolore, mai più, mai più gatti.

Per oggi mi fermo qui, ricordando la mia Scimmia, vi confesso che ho le lacrime agli occhi …..

 

44 commenti:

  1. cavoli.....che storia triste :-( ma ti capisco cara, anche io se penso al 2006 quando ho perso sia il mio gatto di 9 anni sia il cucciolo di kim , mi vengono le lacrime agli occhi.....ti capisco eccome....fano parte della famiglia i 'bimbi pelosi' come li chiamo io.....e quando mancano è un dolore davvero forte....ciao Scimmia, ora sei nel Paradiso degli animali....corri felice nei loro verdi prati e se vedi i pelosi di Fiore dai una leccatina da parte mia a loro....

    RispondiElimina
  2. Anche io ho una gattona che ormai è vecchiotta e nn riesco a pensare a quando entrando in casa nn la vedrò piu' venirmi incontro... ...

    Ma nn disperare, le ti pensa lo stesso!!

    Buona domenica...

    Lolita..

    RispondiElimina
  3. il si stringe in un sussulto... amica mia è una storia di vita molto toccante dove gli animali ci insegnano come si fa ad amare...

    gli animali fanno parte di noi e quando se ne vanno ti bucano il cuore...

    ti abbraccio fortissimo cesy

    buon pomeriggio t.v. b

    RispondiElimina
  4. è una storia molto toccante e solo chi ama gli animali può capirla..... un fortissimo abbraccio dolce amica

    RispondiElimina
  5. Anche se ho avuto solo qualche pulcino da piccola, capisco bene come ci si senta in queste situazioni.


    P.S.: il mio blog non aveva mai avuto tanti commenti in così poco tempo. Del resto, come vedi, non lo aggiorno tanto spesso. Comunque grazie!

    RispondiElimina
  6. Sono passata a leggere...e ti confesso che ho anche io le lacrime agli occhi, in genere sono molto riservata sui miei sentiment, ma sai ho due gatte...e sono come due figlie, sono anche loro le mie bimbe..sebbene io abbia due figlie già grandi, .mi ha colpito il fatto che ti sia venuta a salutare prima di "andarsene" ...e posso immaginare il tuo dolore, e comprendo che sia insostituibile...ma l'amore ha i suoi percorsi....un saluto e un pensiero a Scimmia...

    RispondiElimina
  7. solo un cuore aperto può amare e sentire...molto commovente

    un abbraccio

    Ameya

    RispondiElimina
  8. Gli animali amano moltissimo noi umani..anche se a volte noi non abbiamo lo stesso rispetto per loro...una storia molto bella...

    RispondiElimina
  9. non ho mai avuto gatti o cani e non mi piacciono eppure sei riuscita acommuovermi davvero

    RispondiElimina
  10. ti comprendo perfettamente, perché vedi, anch'io ho perso dei gatti ed è stato un dolore immenso...


    adesso ho una cucciolotta giocherellona e pazza, l'avevano abbandonata, rischiava di morire di fame e stenti, era bagnata fradicia, sporca, brutta... a volte non si può dire mai

    RispondiElimina
  11. Penso che dopo tutto l'amore che le avete dato, non avrebbe chiesto di più!

    molto bello il tuo nuovo avatar!!!

    un abbraccio

    Rue

    RispondiElimina
  12. Io potrei essere Mara, sono stata cresciuta e coccolata da una specialissima "vice mamma", Carlotta, una persiana bianca...mi reggeva con lo sguardo sorvegliandomi quando dormivo, mi cullava con le sue fuse e tollerava con pazienza e bonarietà i miei giochi infantili e invadenti. E' grazie a lei se ho un feeling speciale e stupendo con i gatti...oggi il mio famiglio è un gattone nero strafottente e pigrissimo...una personalità unica!

    Sono curiosa di sapere come continua la tua storia...

    RispondiElimina
  13. Storia bella e speciale...

    anche io sono legatissima ai gatti anche perchè i miei da piccola mi hanno permesso di averne cura...

    Quando uno di loro viene a mancare, è un dolore profondo, come se venisse a mancare un membro della famiglia...

    Ma la vita continua e deve continuare...

    Ma privare il nostro amore a un essere vivente...

    Buona settimana

    RispondiElimina
  14. Ti lascio un sorriso anche quì....

    bacionissimi...

    AnnA...

    RispondiElimina
  15. Mi dispiace tantissimo e leggendo il tuo racconto ho provato tristezza, malinconia!


    Ti lascio un grande abbraccione


    Gwy

    RispondiElimina
  16. La gatta di mia nonna ha all'incirca quell'età...e ho già le lacrime agli occhi!

    Loro fanno parte della nostra vita anche se vi rimangono solo pochi anni e spesso creano un legame con noi talmente forte...da donarti la loro stessa vita...


    Un abbraccio e...attendo il seguito! ;*

    RispondiElimina
  17. bello qui... grazie della tua visita..


    :-)

    RispondiElimina
  18. Passo per un saluto cara... bell'avatar..complimenti! Buona giornata e bacioblu

    RispondiElimina
  19. Gli animali talvolta sono gelosi, ma si adattano alla famiglia, hanno un vantaggio, sanno anche quando muoiono.

    Ciao

    Vinicio

    RispondiElimina
  20. Ora mi sei ancora più cara. Questo post mi ha fatta commuovere. La foto di questa gatta (forse un burnese?) mi riporta alla memoria la mia: Samba. Stesse situazioni, stessi amori e gelosie. Per chi non lo avesse ancora compreso, i nostri animali domestici, sono parte della famiglia, depositari delle nostre gioie e dolori. E quando se ne vanno si portano via un pezzo di noi stessi. Ti capisco...non sai quanto. Un grande abbraccio*

    RispondiElimina
  21. concordo inftti,ho un cane meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  22. ..Mi piacerebbe raccontarti due fatti..quasi "magici "che mi sono successi con dei gatti,...due storie tristi,ma dolci,..poi te le dirò...un bacio grande grande!

    RispondiElimina
  23. Un bacio alla piccola Scimmia che continua a gironzolare fra di voi e a proteggervi anche se voi non la vedete ...io adoro i gatti...un abbraccio...Grazie...

    RispondiElimina
  24. Ti lascio un saluto


    buonanotte

    RispondiElimina
  25. Le lacrime agli occhi mi sono venute anche a me..anch'io amo gli animali e non potrei immaginare la mia casa senza il cane e il gatto..

    Ti voglio bene

    Biby

    RispondiElimina
  26. Vado di corsa, stamattina. Tornerò un'altra volta a leggere questa storia felina. Un bacio!

    Smack!!!

    RispondiElimina
  27. sto piangendo, so cosa si prova, conosco quel dolore sordo e immenso, che ti avvolge tutta, ti rende quasi insensibile ad ogni altra cosa. però andarsene così forse rende più sereni. io, dopo 16 anni, ho dovuto aiutare la mia Missi a lasciarci e il suo ultimo lamento non mi abbandonerà mai più.

    il mio micio si chiama Topino e le sue "sorelline" Camilla e Dorothy.

    Camilla e Topino hanno dovuto conquistarsi il mio cuore piano piano...

    un abbraccio cara e buona giornata.

    RispondiElimina
  28. mi dispiace tantissimo....è molto bella la gatta....dei bellissimi okki....

    RispondiElimina
  29. groppo in gola ... e lacrime agli occhi!!!

    ma questi gatti ... quanto sanno farsi amare!!!


    giuliana


    p.s. grazie di essere passata a conoscere guenda (è tanto di quel tempo che mi ha adottata ... 15 anni ... ma è sempre come il primo istante ... amore a prima vista!!!)

    RispondiElimina
  30. Un saluto affettuoso e tanti bacini! :)

    RispondiElimina
  31. Ti mando un bacio...ciao Piadonna

    RispondiElimina
  32. vivo con terrore il giorno in cui dovranno andarsene le mie gatte, le adoro come se fossero mie sorelle se non di più, e leggendo le tue parole mi sono commossa perchè un animale porta davvero tanto dentro una famiglia e Scimmia ha lasciato proprio il segno :)


    un saluto

    RispondiElimina
  33. Nuuuuu... sigh...



    Come ti ho già detto questa foto vale un avatar... è bellissima.


    CPAF (Comitato per la Promozione dell'Avatar Felino)

    RispondiElimina
  34. Io nn sono un'amante dei mici, anche se il mio compagno li adora ed io, per questo, lo chiamo gatto..^_^

    Però mi hai emozionato moltissimo.. E' sempre e comunque amore...

    RispondiElimina
  35. Il mio é mancato sotto i ferri, da solo, fuori dalla sua casa...

    RispondiElimina
  36. e non sei la sola ad avere le lacrime agli occhi. mi sono commossa.... una storia d'amore bellissima.

    RispondiElimina
  37. quanto amore c'è in ogni creatura, Cesy!

    t'accorgi di quanto amore t'hanno dato, quando avverti il vuoto che lasciano quando non ci sono più

    RispondiElimina
  38. anche io ho le lacrime agli occhi...so cosa vuol dire amare cosi' tanto un aminale...e poi perdelo...

    RispondiElimina
  39. Mai più gatti è quello che si dice ogni volte che ne muore uno. Il dolore è straziante, lacerante, si ha paura di doverlo riprovare.

    Ma poi alla fine si cede, è una missione, bisogna salvarne almeno uno.

    Bellissima Sissi, identica identica alla gatta della mia vicina, anche lei Sissi, anche lei non c'è più...

    RispondiElimina
  40. Lunamara mi sn soffermata su questo post....

    Adoro i gatti. La foto di Sissi...

    mi ha portata a ricordare Teo,

    il mio siamese..ormai in cielo da anni.

    RispondiElimina